Seguiteci sul nuovo sito del Centro Internazionale del Fumetto:

http://www.centrointernazionalefumetto.it/it/blog/un-ponte-tra-culture-woman-story-di-takoua-ben-mohamed.html

#nuvoledalfronte #nues2015

Lazzarino

Seguite gli aggiornamenti dal Festival Nues a questo link:

http://www.centrointernazionalefumetto.it/it/blog/al-via-la-sesta-edizione-del-festival-nues-nuvole-dal-fronte.html

 

Un saluto,

Lazzarino

Cari amici,

in attesa di scoprire il programma del Festival Nues – Nuvole dal fronte (ormai ci siamo quasi!) vi presentiamo uno dei laboratori in programma per la manifestazione.

Il Giromondo delle Creature Fiabose – Nues edition è organizzato dal Centro Internazionale del Fumetto in collaborazione con l’Associazione Efys onlus ed è dedicato alle ragazze e ai ragazzi dai 9 ai 12 anni. Si tratta di un laboratorio sulla narrazione e sul fumetto, incentrato sul confronto fra tradizioni culturali “fiabesche” che appartengono a differenti aree del mondo.

Questo è il Giromondo! Il disegno è di Stefania Costa . Insieme a Lorella Costa cura i laboratori per ragazzi del Centro del Fumetto di Cagliari

Si parlerà di streghe e fate, giganti e orchi, folletti e nani… strane creature insomma, spaventose e bellissime, malvagie e divertenti, le cui storie sono giunte fino a noi attraverso la tradizione europea e sarda, cinese e giapponese, araba e africana del racconto popolare.

I bambini assisteranno alla proiezione di immagini scelte, che ritraggono le creature fantastiche così come sono state  concepite nella visione di illustratori, pittori e scultori di nazionalità diverse, nel rispetto delle differenti tradizioni culturali.

In seguito i giovani partecipanti verranno spronati a raccontare le favole che conoscono, che fanno parte del loro bagaglio culturale, che hanno come protagoniste queste creature e verranno guidati nell’inventare una fiaba di gruppo: si discuterà del genere della storia, dei personaggi, dell’ambientazione e quindi si comincerà a realizzare un fumetto su cartoncini di grande formato.

Vi state chiedendo quando e dove avverrà questo incontro con le creature fantastiche? Il Giromondo e il Centro del Fumetto saranno ospiti della bellissima sede dell’Associazione Efys, all’ex Liceo Artistico, in Piazza Dettori 9.

Queste le date:

1° appuntamento:       lunedì 5 Ottobre ore 17.00 – 19.00

2° appuntamento:       mercoledì 7 Ottobre ore 17.00 – 19.00

3° appuntamento:       lunedì 12 Ottobre ore 17.00 – 19.00

4° appuntamento:       mercoledì 14 Ottobre ore 17.00 – 19.00

5° appuntamento:       lunedì 19 Ottobre ore 17.00 – 19.00

Ci sarà anche un ultimo appuntamento, in cui presenteremo ad amici e parenti il risultato del lavoro svolto!

Per informazioni e iscrizioni

+39 334 960 8170

assoc.efys@gmail.com

http://www.efys.it/

Ehi, date ascolto a Lazzarino, che di folletti e creature fantastiche se ne intende… partecipate, il laboratorio è gratuito!

Un saluto dal vostro folletto dei fumetti,

Lazzarino

Tags: , , , , , , , ,

“Dimonios” al Premio Dessì

Cari amici,

lunedì sera, a Villacidro, il Centro Internazionale del Fumetto ha avuto il piacere di partecipare all’apertura del Premio Letterario Giuseppe Dessì, con l’inaugurazione della mostra “Dimonios – La leggenda della Brigata Sassari”, anteprima del Festival Nues 2015: in esposizione, le tavoli originali del fumetto “Dimonios”, soggetto e sceneggiatura di Bepi Vigna, disegni di Gildo Atzori e colori digitali di Laura Congiu, in uscita nei primi mesi del 2016.

Grande folla al Mulino Cadoni per l'inaugurazione della mostra "Dimonios"

Il disegnatore Gildo Atzori, lo sceneggiatore Bepi Vigna, il presidente della Fondazione Dessì Christian Balloi, il sindaco di Villacidro Teresa Maria Pani

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

È stata  una serata emozionante, che ha unito letteratura e fumetto: nell’anno del centenario della Grande Guerra e della nascita della Brigata Sassari, infatti, il Centro del Fumetto ha deciso di celebrare gli “intrepidi sardi” che hanno combattuto sul fronte italo-austriaco tra il 1915 e il 1918 – tra questi il padre dello scrittore Giuseppe Dessì, autore del racconto drammatico “La Trincea” a cui si ispira un episodio di “Dimonios”-  con un  fumetto che speriamo possa evocare il ricordo del passato e avvicinare i più giovani ai fatti della Storia.

Approfondimento sulla Brigata Sassari

Una tavola di "Dimonios" colorata da Laura Congiu

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Del resto i protagonisti del fumetto sono giovani ragazzi sardi, chiamati a lasciare la loro terra e attraversare il mare,  per combattere una guerra che si rivelerà diversa dalle precedenti.

Il progresso della tecnologia negli armamenti, gli scenari aspri e montuosi, la vita nella trincea: la Grande Guerra segna la vita dei soldati semplici Taras, con l’aspetto un po’ cattivo, da bandito, Sarrese, giovane e ingenuo, Malleri, il buffone della compagnia che suona sempre un’armonica a bocca, Schirru, silenzioso e pacato, e del maggiore Fulghesu.

 

Gildo Atzori disegna per il giovane pubblico del Premio Dessì

Villacidro e, in particolare, il suggestivo Mulino Cadoni, nel centro storico del paese a pochi passi dal bellissimo lavatoio,  ospiteranno la mostra fino a domenica 20 settembre, giorno in cui si concluderà la 30^ edizione del Premio Dessì (clicca per il programma): continuate a seguire  gli appuntamenti della manifestazione e approfittate dell’imminente weekend per godere del piacere della cultura!

Il vostro Lazzarino per ora vi saluta… continuate a seguirmi sul blog, perché ci sono tante novità in arrivo: il Festival Nues si avvicina!

E si... stiamo arrivando!

Lazzarino

#aspettandonues  #nuvoledalfronte  #dimonios

Tags: , , , , , , , , , ,

Anteprima di Nues 2015 – Nuvole dal fronte

Cari amici,

siamo al lavoro per l’anteprima del Festival Nues 2015!

Come vi ho accennato nel post precedente, saremo a Villacidro, per l’apertura del Premio Letterario Giuseppe Dessì: lunedì 14 Settembre,  alle ore 19.00, negli spazi del Mulino Cadoni verrà inaugurata la mostra “Dimonios”, con la presentazione del progetto dedicato alla Brigata Sassari a cura del Centro Internazionale del Fumetto.

L’esposizione comprenderà una parte delle tavole originali del fumetto “Dimonios” – in uscita nei primi mesi del 2016 – con la sceneggiatura di Bepi Vigna, i disegni di Gildo Atzori e la colorazione digitale di Laura Congiu: nell’anniversario della nascita della Brigata Sassari infatti, che nel 2015 coincide con il Centenario della Prima Guerra Mondiale, abbiamo scelto di celebrare il ricordo degli “intrepidi sardi” , come li definì il Generale Cadorna, e della Grande Guerra attraverso il linguaggio del fumetto.

 

La Grande Guerra incombe sull'Europa in una delle tavole iniziali del fumetto "Dimonios"

 

Parole e immagini, dunque, narrano le vicende dei fanti Taras, Malleri, Schirru e Sarrese, chiamati a combattere sul Carso nel 1915, sull’Altopiano di Asiago nel 1917 e sui territori persi dopo Caporetto nel 1918, in un fumetto che non è solo racconto di eroismo in battaglia, ma anche di scoperta del mondo: la Grande Guerra infatti è stata, per i giovani sardi, un’occasione per conoscere la realtà oltre il mare, superando la dimensione insulare che era insieme limite e protezione.

Partenza per il fronte.

 

In questa anteprima, sveliamo quindi l’argomento di una delle sezioni del Festival Nues 2015, che sarà dedicata alla Prima Guerra Mondiale e ai fumetti che l’hanno raccontata:  pensiamo infatti che il linguaggio dei comics possa contribuire a fare delle celebrazioni per il Centenario un momento realmente compreso e partecipato soprattutto per i più giovani, che attraverso il fumetto, hanno la possibilità di “sfogliare”  e conoscere la Storia dei loro coetanei di cento anni fa, costretti ad abbandonare la propria casa per combattere in nome dell’Italia.

 

I disegni di Gildo Atzori e la colorazione digitale di Laura Congiu

 

Il concetto di conflitto, inteso secondo diverse accezioni, sarà il tema principale di Nues 2015: dalla Grande Guerra ai conflitti contemporanei e al fenomeno delle migrazioni, fino alle sfide della vita quotidiana, che ogni cittadino in quanto membro della società civile è chiamato ad affrontare: Nuvole dal Fronte, dunque, sarà il titolo della manifestazione che si svolgerà nei mesi di Ottobre e Novembre. Presto vi sveleremo il programma completo, i nomi degli ospiti… ma per adesso il vostro Lazzarino vi saluta, rimandandovi al prossimo post da Villacidro!

Vi ricordo ancora l’appuntamento con l’anteprima: in collaborazione con il Premio Letterario Giuseppe Dessì, inaugurazione della mostra “Dimonios”, lunedì 14 Settembre, ore 19.00, presso Mulino Cadoni – via Lavatoio – Villacidro.

A presto!

Lazzarino

#aspettandonues #nues2015 #nuvoledalfronte

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Cari amici,

eccomi pronto a raccontarvi una bella serata di fine estate a Cagliari! Il panorama culturale della città, in questi giorni, è animato dal Festival Marina Cafè Noir (clicca per consultare il sito), che fino a domenica 6 Settembre, attraverso i suoi appuntamenti, svilupperà in molteplici modi il tema “Signora Libertà”.

Ieri, al Bar Florio di via San Domenico, si è svolta la presentazione in anteprima nazionale del romanzo a fumetti L’ILLUSIONE DELLA TERRAFERMA di Otto Gabos, edito da Rizzoli Lizard, da oggi disponibile in tutte le librerie.

 

In libreria e fumetteria.

L’evento, organizzato in collaborazione con il Festival del Fumetto Nues 2015, ha visto lo sceneggiatore Bepi Vigna dialogare con l’autore, in una piacevole conversazione che, tra ricordi di inizio carriera, riflessioni sullo stile della scrittura e del disegno e frizzanti imbeccate sull’importanza di indossare le scarpe “giuste” (e i sandali non lo sono mai…),  ha regalato al pubblico le suggestioni di un’opera che racconta la Sardegna e, in particolare, il Sulcis Iglesiente, alla vigilia della Seconda Guerra Mondiale.

 

Otto Gabos e Bepi Vigna al Marina Cafè Noir (fotografia di Laura Congiu)

 

È il 1939: il commissario Ettore Marmo subisce il temuto trasferimento in Sardegna, all’epoca adombrato come una minaccia, una punizione contro cui il protagonista reagisce cercando l’illusione: contempla, oltre il mare, un’altra isola, per sentire i piedi ben piantati sulla terraferma.

La conversazione fra Gabos e Vigna viaggia fra Iglesias, Carbonia e Carloforte, così come la trama del giallo, in cui si intersecano temi diversi, come quello dell’insularità, che provoca nostalgia ma al contempo conferisce a chi la sceglie o subisce uno sguardo più acuto con cui osservare la realtà e la terra, che sia essa madre naturale o acquisita.

E ancora, si parla di stile narrativo, di tratto grafico e di colori, che raccontano i luoghi -la città mineraria creata dal fascismo, il mare, la terra come “confine” e “confino”- e le storie, anche quelle non scritte, dei personaggi, attraverso una ruga del volto, la scelta di un abito o le pieghe scolorite di una scarpa che ha camminato a lungo: perché  il disegno può evocare parole diverse e lasciare  il lettore libero di immaginare ciò che non è, e forse non vuole essere, esplicito.

 

La conversazione continua... (fotografia di Laura Congiu)

 

Sono stati cinquanta minuti intensi, ieri sera al Marina Cafè Noir, volati via con leggerezza e con la promessa del secondo volume del romanzo grafico, che si svolgerà nella Cagliari colpita dai bombardamenti durante il secondo conflitto mondiale.

L’incontro con Otto Gabos è stato occasione di una bella collaborazione tra due dei festival  che animano -e animeranno-  l’autunno cittadino: non sarà l’ultima e nemmeno l’unica, perché crediamo che la contaminazione tra realtà culturali differenti  sia una proficua occasione di crescita, sia per gli operatori del settore che per il pubblico.

Vi annunciamo che l’edizione 2015 del Festival NUES sta per iniziare… continuate a seguirci sui social network e qui, sul blog, perché presto conoscerete il tema del festival, il programma… e vi sorprenderemo con un nuovo sito!

Per ora, posso solo anticiparvi che l’anteprima del festival si svolgerà a Villacidro, in collaborazione con la 30^ edizione del Premio Letterario Giuseppe Dessì.

La locandina del Premio Letterario Giuseppe Dessì. Illustrazione di Emiliano Billai

 

Un saluto,

Lazzarino

#marinacafenoir #signoraliberta #aspettandonues #nues2015

Tags: , , , , , , , ,

Cari amici,

questa sera,alle 19.30, la Cineteca Sarda di Cagliari, in viale Trieste n. 118, presenta l’ultimo appuntamento  della rassegna “Cinema e Fumetto 2015”, realizzata in collaborazione con il Centro Internazionale del Fumetto.

La locandina della rassegna

Il titolo dell’appuntamento odierno stuzzica interessanti fantasie: “Avventure proibite fra cinema e fumetto”, con la proiezione del film “Isabella duchessa dei diavoli di Bruno Corbucci (1969). Bepi Vigna e Antonello Zanda introdurranno questo lungometraggio ispirato alla serie a fumetti “Isabella”, uscita per la prima volta nel 1966 per la Editrice 66, poi ErreGi. Con i testi di Giorgio Cavedon e i disegni di Sandro Angiolini, “Isabella” ripropone il genere d’avventura  “cappa e spada” in tono soft-erotico; la serie si conclude nel 1976 e il film proiettato stasera alla Cineteca dimostra il successo ottenuto da questo “fumetto per adulti”.

Una copertina dell'albo a fumetti (notate il prezzo!)

 L’edizione 2015 di “Cinema e Fumetto” ha coinvolto giovani autori sardi, come Michela Anedda, che con il suo “Cogas”, proposto nella serata dedicata allo “stop motion”,  ha riscosso ottime critiche, e Simone Spiga, regista del cortometraggio Nerd Forever (Game Over), che ha entusiasmato per originalità e ironia.

Ospiti della serata “motion comics”, il doppiatore Lorenzo Visi e la disegnatrice e grafica Patrizia Principi, che hanno presentato in anteprima il progetto Nausicaa, l’altra Odissea, tratto dall’omonimo albo a fumetti di Bepi Vigna, con i disegni di Andrea Serio.

La copertina del fumetto, edito da Pavesio

La “nostra” Nausicaa sta davvero compiendo un viaggio avventuroso e vi rimando a questi post ( 1 e 2 ), scritti durante il Festival Nues 2014, per conoscerne  l’inizio.

Godetevi il teaser a questo link: NAUSICAA, L’ALTRA ODISSEA

E ora ditemi:  che ne direste se diventasse un film, prodotto dal Centro Internazionale del Fumetto? Continuate a seguirci, per saperne di più…

Per oggi è tutto, il vostro Lazzarino vi saluta… ma non temete, vi aggiornerò presto con tante novità dal mondo dei comics, perché nuove NUES si stagliano all’orizzonte!

Lazzarino

Tags: , , , , , , , , , , ,

Cari amici,

durante la 5^ edizione del Festival Nues il Centro Internazionale del Fumetto ha presentato al pubblico di Seui e di Cagliari (clicca per leggere) il progetto multimediale “Filiberto Farci e la Sardegna dimenticata”: un adattamento della novella “Il più forte”, tratta dalla raccolta “Racconti di Sardegna” del 1939, il cui  scopo principale è  la riscoperta del grande scrittore e uomo politico di Seui Filiberto Farci, indirizzata in particolare alle giovani generazioni.  Per questo motivo, si è lavorato al progetto nell’ottica  di offrire una suggestione che, attraverso la contaminazione fra linguaggi artistici, evidenziasse l’attualità di molte delle tematiche trattate da Farci nel suo racconto, i cui protagonisti sono, appunto, i giovani, e che fosse fruibile attraverso i moderni mezzi di comunicazione, come smartphone e tablet.

Oggi siamo lieti di annunciarvi che “Il più forte” di Filiberto Farci è disponibile per tutti gli utenti nel sito della Sardegna Digital Library al seguente link:

http://www.sardegnadigitallibrary.it/index.php?xsl=626&id=611967

“Far vivere il festival oltre il festival” è uno degli obbiettivi fondamentali di Nues, i cui contenuti, esaurita la manifestazione 2014, si stanno ulteriormente sviluppando e diffondendo, sia attraverso i canali tradizionali, sia sul web, per raggiungere un pubblico sempre più vasto ed eterogeneo: è stato il caso di “Storia della Sardegna dei Sardi”, andato in scena a Cagliari e a Sassari per Sa Die de sa Sardigna, ed è, oggi, il caso del progetto “Filiberto Farci e la Sardegna dimenticata”.

Vi invito a godere di questo scorcio di Sardegna attraverso letteratura e fotografia, recitazione e musica: condividete con noi le vostre osservazioni, ne saremmo felici.

Un saluto,

Lazzarino

In cima al monte Perda Liana, imperturbabile protagonista del racconto "Il più forte"

Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

Cari amici,

il 28 Aprile, in Sardegna, si celebra Sa Die de sa Sardigna. Per comprendere il significato  del  “giorno della Sardegna” occorre tornare indietro al 1794: i sardi hanno difeso strenuamente la loro terra da un tentativo di invasione francese e si aspettano un riconoscimento da parte dei piemontesi, che dominano sull’isola. Maggiore partecipazione alla vita politica e militare -le famose  “cinque domande”, fra cui l’istituzione del Consiglio di Stato a Cagliari e di un Ministero per gli Affari della Sardegna- e quindi maggiore autonomia, non sembrano richieste eccessive per un popolo che si è mostrato fedele al governo sabaudo; la Corona, però, infrange il desiderio dei sardi di acquisire maggiore dignità, partecipando alle scelte che lo riguardano, non solo subendole.

Dal fumetto dedicato a Sa Die de sa Sardigna di Bepi Vigna, Gildo Atzori e Mario Soddu

Il moto insurrezionale esplode con violenza, quando gli avvocati cagliaritani Vincenzo Cabras e Bernardo Pintor, scambiato per suo fratello Efisio, vengono arrestati con l’accusa di sedizione contro lo stato: il 28 Aprile 1794 Cagliari si ribella, il viceré Balbiano e gli alti funzionari del regno vengono catturati. Sono i giorni “de s’acciappa”, cioè della ricerca e  della cattura dei piemontesi, che il 7 maggio vengono forzatamente imbarcati e allontanati dall’isola. La ribellione si diffonde anche ad Alghero e Sassari.

Dal fumetto dedicato a Sa Die de sa Sardigna di Bepi Vigna, Gildo Attori e Mario Soddu

Queste poche parole, per darvi un’idea dei fatti che, a partire dal 1993, hanno ispirato le celebrazioni de “Sa Die”, i “vespri sardi”, come molti li definiscono, e che oggi sono occasione non solo per ricordare la storia dell’isola, in particolare con le emozionanti rievocazioni in costume del moto che si tengono nel quartiere di Castello, ma per riflettere sul presente e sul futuro della Sardegna, come pure sul concetto di identità.

Quest’anno anche il Centro Internazionale del Fumetto partecipa al programma de “Sa Die de sa Sardigna”, che trovate in questo sito e in questa pagina facebook, con “La Storia della Sardegna dei Sardi” di Bepi Vigna.

Sono due gli appuntamenti a cui siete invitati a partecipare: per gli amici di Sassari, mercoledì 29 Aprile ore 18.00 presso il Museo G. A. Sanna in via Roma 64; per gli amici di Cagliari, giovedì 30 Aprile ore 18.00 presso la Sala Anfiteatro Regione Sardegna in via Roma 253.

Le tappe più significative della storia del popolo sardo vengono raccontate attraverso la voce di Fausto Siddi, appassionato cantore, e le magie sonore di Alessandro Atzori, che con le sue percussioni è capace di evocare i clamori della battaglia e la dolcezza del mare: le illustrazioni degli artisti del Centro Internazionale del Fumetto, a corredo dello spettacolo, contribuiscono a rendere l’epopea sarda ancor più accattivante e sorprendente, grazie al montaggio di Laura Congiu, che  sottolinea i momenti fondamentali della storia con la potenza delle immagini scelte.

Recitazione, musica e fumetto, con i loro rispettivi linguaggi, creano una suggestione attraverso cui si narrano le glorie e le sconfitte di un popolo, dal tempo degli adoratori della Dea Madre, al medioevo giudicale; dall’epoca del feudalesimo spagnolo, fino al presente, tormentato e incerto: la prospettiva da cui si guarda alla storia è sempre quella della gente sarda, che  quegli stessi eventi, troppo spesso, li ha subiti.

Il segreto della pietra nera di Bepi Vigna e Stefania Costa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'acqua della vita di Otto Gabos e Ilio Leo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il destino degli Arquer di Bepi Vigna e Daniele Serra

La congiura degli avvocati di Giorgio Figus e Laura Congiu

 

Alternos di Otto Gabos e Gabriele Peddes

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vi saluto con l’invito di Fausto Siddi:

“Per tutti  quelli che amano la Sardegna e  lo sanno. Per tutti quelli che la amano ma non  sanno perché. Per tutti  quelli che la odiano perché ci fa arrabbiare. Per tutti quelli che sono ancora  in attesa di capire se la amano o la odiano.  Per quelli  che ci  stanno nonostante tutto e  per quelli che se ne sono  andati. Per i  nostri figli, perché un albero le cui radici non traggono nutrimento dal profondo della terra, non crescerà mai forte”

Appuntamento, per ricordare il passato e riflettere sul futuro dell’isola,  nei giorni delle celebrazioni dedicate a sa Die, mercoledì 29 Aprile a Sassari e giovedì 30 Aprile a Cagliari.

A presto,

Lazzarino

Tags: , , , , , , , ,

Cari amici,

eccomi pronto a raccontarvi le ultime novità dal Centro del Fumetto di Cagliari! Siamo ormai a Febbraio e finalmente posso svelarvi alcune delle iniziative più importanti che riguardano l’attività didattica del Centro, che partirà ad Aprile.

Procediamo con ordine: giovedì 9 Aprile inizierà il 23° Corso di Fumetto per aspiranti autori! Come sempre si partirà dalle basi di sceneggiatura e disegno, per consentire anche a principianti e autodidatti di avvicinarsi all’arte della narrazione per immagini: partire da un’idea, trasformarla in un soggetto e quindi in una sceneggiatura, per poi trasporla sulla tavola, rispettandone le regole di costruzione, è questo l’obiettivo primario del corso di primo livello, che darà agli studenti anche le nozioni di base di tecnica del colore e computer grafica. Per tutte le informazioni sui programmi delle varie discipline vi invito a visitare questa pagina: http://www.centrointernazionalefumetto.com/ita/cor_1.php

Da quest’anno, quasi certamente in autunno, verrà attivato anche il corso di specializzazione, destinato a chi ha già frequentato il primo anno e intende approfondire le varie fasi di realizzazione di un fumetto: le ore di laboratorio saranno finalizzate all’affinamento dello stile personale degli allievi e alla produzione di un elaborato a fumetti completo. Obiettivo del corso è la preparazione di un book reel professionale, che consenta un approccio corretto al mondo del lavoro; in questo senso, sono in preparazione alcuni stage presso aziende locali operanti nel campo della stampa e dell’editoria. Per informazioni più dettagliate: http://www.centrointernazionalefumetto.com/ita/cor_1_2.php

Come ho già scritto l’offerta formativa del Centro Internazionale del Fumetto si amplia anche grazie ad una serie di workshop che trattano aspetti specifici del mestiere di fare fumetto: dopo il Laboratorio di Digital Art con Maurizio Manzieri e Barbara Canepa -attenzione, la data è cambiata: 24-25-26 Aprile!-, vi presentiamo il Laboratorio di Inchiostrazione Manga, che si svolgerà il 18 e il 19 Aprile e di certo interesserà tutti gli appassionati di fumetto giapponese. Si tratta infatti di un laboratorio destinato a chi già ha acquisito le basi del disegno e vuole mettersi alla prova con la specifica tecnica di inchiostrazione manuale che caratterizza i fumetti del Sol Levante. Docente di questo laboratorio sarà Misao Tsukioka, mangaka professionista e insegnante di inchiostrazione per l’Accademia Europea di Manga; specializzata nel genere “teens love”, ha lavorato con la Kindai Eigasha, con la Kasakura Shuppan e, attualmente,  pubblica una serie per la Kasakura e collabora con Euromanga Edizioni.

Misao Tsukioka al lavoro.

Illustrazione a china realizzata da Misao Tsukioka

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Agli iscritti sarà fornito il manuale e il materiale di lavoro necessario per il workshop, come inchiostri, pennini, carta da manga, sketch book e fudepen; per tutte le informazioni visitate la pagina Facebook dell’evento cliccando qui!

Ultima, ma non meno importante novità di questo Febbraio 2015, l’edizione on-line di Background, la rivista sarda del fumetto e dell’illustrazione. Come ricorderete, il primo numero della nuova edizione (la vecchia edizione è nata vent’anni fa e ha avuto una pubblicazione piuttosto movimentata), è stato distribuito gratuitamente a Novembre, in occasione della presentazione alla stampa del Festival Nues 2014; ora, è disponibile a questo indirizzo una coloratissima versione on line, ricca di articoli, recensioni, interviste e contributi video, che accompagnerà la versione cartacea trimestrale.

Non perdete dunque l’occasione di affacciarvi a questa vetrina, a cura del Centro Internazionale del Fumetto, per leggere le novità sul mondo dei comics , e non solo, e per commentare e condividere sui social: noi vi aspettiamo!

Prima di salutarvi, permettetemi di raccontarvi un incontro inatteso: martedì sera, mentre mi recavo al Centro del Fumetto per preparare il mio articolo, ho incontrato LEI! Erano in corso i festeggiamenti del “mardi gras” e tra le maschere del Carnevale che si riparavano dalla pioggia battente, per le strade di Cagliari, ho riconosciuto la danzatrice funambola protagonista del manifesto di Nues 2014. Avrei voluto intervistarla, ma come al solito non aveva tempo per me, perché doveva riunirsi al corteo di Cancioffali… almeno così credevo, fino a che non ho scoperto, con sgomento, che in città la tradizione del Carnevale legata al “falò” di Cancioffali è stata abbandonata! In ogni caso ho potuto immortalare il mio incontro con lei con un selfie, che custodisco gelosamente, ma vi regalo questo bellissimo disegno dell’illustratrice Stefania Costa, che rappresenta benissimo il momento!

Per ora vi saluto, ma ci sentiamo presto con le novità dal Centro Internazionale del Fumetto di Cagliari!

Lazzarino

Tags: , , , , , , , , , , ,

« Precedenti