Silver a Cagliari – Parte Seconda

Cari amici,

eccomi pronto a raccontarvi il secondo appuntamento con Silver a Cagliari, che chiude l’anteprima del Festival Nues 2014 – Performing Comics. L’incontro si è svolto sabato mattina, 4 Ottobre, allo IED – Istituto Europeo di Design, nella splendida cornice di Villa Satta, la dimora in stile liberty sede dell’Istituto.

Uno scorcio di Villa Satta - foto by Sabrina Sanna

Gli studenti della Scuola di Fumetto e dei Laboratori per ragazzi di Cagliari, principali destinatari dell’appuntamento,  hanno potuto attendere l’arrivo del creatore di Lupo Alberto nel parco-giardino della Villa, la cui bellezza ha appena mitigato l’impazienza di dialogare con un autore tanto rappresentativo del panorama fumettistico italiano.

Gli studenti entrano allo IED per incontrare Silver - foto by Sabrina Sanna

Armati di taccuini, album da disegno, pennarelli e matite i ragazzi si sono accomodati alla spicciolata nell’Aula Magna dell’Istituto, per questo incontro dal tema “Come si diventa autore di fumetti”, ispirato al volumetto omonimo del 1986: una piccola guida per chi vuole intraprendere la carriera di fumettista, con le illustrazioni di Silver che commentano ironicamente il testo.

Aula Magna dello IED: in attesa di Silver!

Silver e Bepi Vigna dialogano sul mestiere “del fare fumetto”, ripercorrendo gli inizi della carriera del creatore di Lupo Alberto e sottolineando l’importanza dell’andare “a bottega”, fare cioè un’esperienza di lavoro concreta nello studio di un autore professionista, come è stato per Silver con Bonvi, il creatore del mitico Sturmtruppen.

Come si diventa autore di fumetti: Silver & Vigna

Con l’esperienza, lo stile personale dell’autore ha la possibilità di rafforzarsi ed emergere e quella che era solo un’idea prende forma: ci si ispira sempre ai grandi e Silver cita numerosi autori, come Iacovitti e Schulz, ma anche Woody Allen, per la costruzione delle battute  e i tempi della comicità.

Si disegna!

Si dialoga e si disegna: quando Silver prende in mano il pennarello e traccia sulla lavagna segni familiari per tutti gli appassionati di fumetto e ancor più per gli aspiranti fumettisti, l’emozione è palpabile nell’Aula Magna… ed è quasi impossibile, per tutti i presenti, non immortalare questi momenti con cellulari, tablets e macchine fotografiche!

Così davanti ai nostri occhi prendono forma Lupo Alberto, Marta, Cattivik, Enrico la talpa…  ed è proprio in questi minuti che, ne sono certo, alcuni dei presenti hanno deciso di inseguire il sogno di “fare fumetti”, con più forza e perseveranza di prima.

Come nasce una battuta?

I ragazzi si affollano intorno a Silver, sono intimiditi, ma non si lasciano sfuggire l’occasione di porgli delle domande, mentre lui traccia sicuro i suoi schizzi sulla carta: “Che formato hanno i fogli dove disegna le sue strisce?”, “Che tipo di pennarelli usa per disegnare?”, “Ha un ultimo consiglio per chi vuole fare questo mestiere?”.

Gli studenti osservano Silver al lavoro.

 

Ecco come nasce Lupo Alberto!

 

La mattinata scorre via fin troppo veloce e la felicità per questo incontro così ricco di contenuti e spunti di riflessione si mescola ad un pizzico di amarezza: sono quasi le 13 ormai ed è davvero difficile lasciar andare via Guido Silvestri, un professionista gentile, disponibile, simpatico, sembra quasi impossibile che questo sia “Silver”, creatore del Lupo azzurro che, in 40 anni di storia, ha popolato pagine di giornali e libri e oggi è amato da adulti e bambini, a cui procura sempre un sorriso, con intelligenza graffiante.

Silver e Michele, un giovane fan che frequenta i Laboratori del Centro del Fumetto.

Ancora Silver con gli studenti del Corso di Fumetto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nues 2014 non può che ringraziare Silver, per aver impreziosito con la sua presenza l’anteprima di questo Festival del Fumetto: continuate a seguirci sulle pagine del blog e sui social, Facebook e Twitter, perché le sorprese non sono finite, anzi…

Un saluto,

Lazzarino

ps: Avete già visitato la mostra di Silver? Ricordate, fino all’11 Ottobre alla Libreria Tuttestorie!

Tags: , , , ,