Centro Internazionale del Fumetto Cagliari

Ti trovi nell'archivo degli articoli taggati con Centro Internazionale del Fumetto Cagliari.

Cari amici,

in attesa di scoprire il programma del Festival Nues – Nuvole dal fronte (ormai ci siamo quasi!) vi presentiamo uno dei laboratori in programma per la manifestazione.

Il Giromondo delle Creature Fiabose – Nues edition è organizzato dal Centro Internazionale del Fumetto in collaborazione con l’Associazione Efys onlus ed è dedicato alle ragazze e ai ragazzi dai 9 ai 12 anni. Si tratta di un laboratorio sulla narrazione e sul fumetto, incentrato sul confronto fra tradizioni culturali “fiabesche” che appartengono a differenti aree del mondo.

Questo è il Giromondo! Il disegno è di Stefania Costa . Insieme a Lorella Costa cura i laboratori per ragazzi del Centro del Fumetto di Cagliari

Si parlerà di streghe e fate, giganti e orchi, folletti e nani… strane creature insomma, spaventose e bellissime, malvagie e divertenti, le cui storie sono giunte fino a noi attraverso la tradizione europea e sarda, cinese e giapponese, araba e africana del racconto popolare.

I bambini assisteranno alla proiezione di immagini scelte, che ritraggono le creature fantastiche così come sono state  concepite nella visione di illustratori, pittori e scultori di nazionalità diverse, nel rispetto delle differenti tradizioni culturali.

In seguito i giovani partecipanti verranno spronati a raccontare le favole che conoscono, che fanno parte del loro bagaglio culturale, che hanno come protagoniste queste creature e verranno guidati nell’inventare una fiaba di gruppo: si discuterà del genere della storia, dei personaggi, dell’ambientazione e quindi si comincerà a realizzare un fumetto su cartoncini di grande formato.

Vi state chiedendo quando e dove avverrà questo incontro con le creature fantastiche? Il Giromondo e il Centro del Fumetto saranno ospiti della bellissima sede dell’Associazione Efys, all’ex Liceo Artistico, in Piazza Dettori 9.

Queste le date:

1° appuntamento:       lunedì 5 Ottobre ore 17.00 – 19.00

2° appuntamento:       mercoledì 7 Ottobre ore 17.00 – 19.00

3° appuntamento:       lunedì 12 Ottobre ore 17.00 – 19.00

4° appuntamento:       mercoledì 14 Ottobre ore 17.00 – 19.00

5° appuntamento:       lunedì 19 Ottobre ore 17.00 – 19.00

Ci sarà anche un ultimo appuntamento, in cui presenteremo ad amici e parenti il risultato del lavoro svolto!

Per informazioni e iscrizioni

+39 334 960 8170

assoc.efys@gmail.com

http://www.efys.it/

Ehi, date ascolto a Lazzarino, che di folletti e creature fantastiche se ne intende… partecipate, il laboratorio è gratuito!

Un saluto dal vostro folletto dei fumetti,

Lazzarino

Tags: , , , , , , , ,

“Dimonios” al Premio Dessì

Cari amici,

lunedì sera, a Villacidro, il Centro Internazionale del Fumetto ha avuto il piacere di partecipare all’apertura del Premio Letterario Giuseppe Dessì, con l’inaugurazione della mostra “Dimonios – La leggenda della Brigata Sassari”, anteprima del Festival Nues 2015: in esposizione, le tavoli originali del fumetto “Dimonios”, soggetto e sceneggiatura di Bepi Vigna, disegni di Gildo Atzori e colori digitali di Laura Congiu, in uscita nei primi mesi del 2016.

Grande folla al Mulino Cadoni per l'inaugurazione della mostra "Dimonios"

Il disegnatore Gildo Atzori, lo sceneggiatore Bepi Vigna, il presidente della Fondazione Dessì Christian Balloi, il sindaco di Villacidro Teresa Maria Pani

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

È stata  una serata emozionante, che ha unito letteratura e fumetto: nell’anno del centenario della Grande Guerra e della nascita della Brigata Sassari, infatti, il Centro del Fumetto ha deciso di celebrare gli “intrepidi sardi” che hanno combattuto sul fronte italo-austriaco tra il 1915 e il 1918 – tra questi il padre dello scrittore Giuseppe Dessì, autore del racconto drammatico “La Trincea” a cui si ispira un episodio di “Dimonios”-  con un  fumetto che speriamo possa evocare il ricordo del passato e avvicinare i più giovani ai fatti della Storia.

Approfondimento sulla Brigata Sassari

Una tavola di "Dimonios" colorata da Laura Congiu

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Del resto i protagonisti del fumetto sono giovani ragazzi sardi, chiamati a lasciare la loro terra e attraversare il mare,  per combattere una guerra che si rivelerà diversa dalle precedenti.

Il progresso della tecnologia negli armamenti, gli scenari aspri e montuosi, la vita nella trincea: la Grande Guerra segna la vita dei soldati semplici Taras, con l’aspetto un po’ cattivo, da bandito, Sarrese, giovane e ingenuo, Malleri, il buffone della compagnia che suona sempre un’armonica a bocca, Schirru, silenzioso e pacato, e del maggiore Fulghesu.

 

Gildo Atzori disegna per il giovane pubblico del Premio Dessì

Villacidro e, in particolare, il suggestivo Mulino Cadoni, nel centro storico del paese a pochi passi dal bellissimo lavatoio,  ospiteranno la mostra fino a domenica 20 settembre, giorno in cui si concluderà la 30^ edizione del Premio Dessì (clicca per il programma): continuate a seguire  gli appuntamenti della manifestazione e approfittate dell’imminente weekend per godere del piacere della cultura!

Il vostro Lazzarino per ora vi saluta… continuate a seguirmi sul blog, perché ci sono tante novità in arrivo: il Festival Nues si avvicina!

E si... stiamo arrivando!

Lazzarino

#aspettandonues  #nuvoledalfronte  #dimonios

Tags: , , , , , , , , , ,

Cari amici,

questa sera,alle 19.30, la Cineteca Sarda di Cagliari, in viale Trieste n. 118, presenta l’ultimo appuntamento  della rassegna “Cinema e Fumetto 2015”, realizzata in collaborazione con il Centro Internazionale del Fumetto.

La locandina della rassegna

Il titolo dell’appuntamento odierno stuzzica interessanti fantasie: “Avventure proibite fra cinema e fumetto”, con la proiezione del film “Isabella duchessa dei diavoli di Bruno Corbucci (1969). Bepi Vigna e Antonello Zanda introdurranno questo lungometraggio ispirato alla serie a fumetti “Isabella”, uscita per la prima volta nel 1966 per la Editrice 66, poi ErreGi. Con i testi di Giorgio Cavedon e i disegni di Sandro Angiolini, “Isabella” ripropone il genere d’avventura  “cappa e spada” in tono soft-erotico; la serie si conclude nel 1976 e il film proiettato stasera alla Cineteca dimostra il successo ottenuto da questo “fumetto per adulti”.

Una copertina dell'albo a fumetti (notate il prezzo!)

 L’edizione 2015 di “Cinema e Fumetto” ha coinvolto giovani autori sardi, come Michela Anedda, che con il suo “Cogas”, proposto nella serata dedicata allo “stop motion”,  ha riscosso ottime critiche, e Simone Spiga, regista del cortometraggio Nerd Forever (Game Over), che ha entusiasmato per originalità e ironia.

Ospiti della serata “motion comics”, il doppiatore Lorenzo Visi e la disegnatrice e grafica Patrizia Principi, che hanno presentato in anteprima il progetto Nausicaa, l’altra Odissea, tratto dall’omonimo albo a fumetti di Bepi Vigna, con i disegni di Andrea Serio.

La copertina del fumetto, edito da Pavesio

La “nostra” Nausicaa sta davvero compiendo un viaggio avventuroso e vi rimando a questi post ( 1 e 2 ), scritti durante il Festival Nues 2014, per conoscerne  l’inizio.

Godetevi il teaser a questo link: NAUSICAA, L’ALTRA ODISSEA

E ora ditemi:  che ne direste se diventasse un film, prodotto dal Centro Internazionale del Fumetto? Continuate a seguirci, per saperne di più…

Per oggi è tutto, il vostro Lazzarino vi saluta… ma non temete, vi aggiornerò presto con tante novità dal mondo dei comics, perché nuove NUES si stagliano all’orizzonte!

Lazzarino

Tags: , , , , , , , , , , ,

Cari amici,

eccomi pronto a raccontarvi le ultime novità dal Centro del Fumetto di Cagliari! Siamo ormai a Febbraio e finalmente posso svelarvi alcune delle iniziative più importanti che riguardano l’attività didattica del Centro, che partirà ad Aprile.

Procediamo con ordine: giovedì 9 Aprile inizierà il 23° Corso di Fumetto per aspiranti autori! Come sempre si partirà dalle basi di sceneggiatura e disegno, per consentire anche a principianti e autodidatti di avvicinarsi all’arte della narrazione per immagini: partire da un’idea, trasformarla in un soggetto e quindi in una sceneggiatura, per poi trasporla sulla tavola, rispettandone le regole di costruzione, è questo l’obiettivo primario del corso di primo livello, che darà agli studenti anche le nozioni di base di tecnica del colore e computer grafica. Per tutte le informazioni sui programmi delle varie discipline vi invito a visitare questa pagina: http://www.centrointernazionalefumetto.com/ita/cor_1.php

Da quest’anno, quasi certamente in autunno, verrà attivato anche il corso di specializzazione, destinato a chi ha già frequentato il primo anno e intende approfondire le varie fasi di realizzazione di un fumetto: le ore di laboratorio saranno finalizzate all’affinamento dello stile personale degli allievi e alla produzione di un elaborato a fumetti completo. Obiettivo del corso è la preparazione di un book reel professionale, che consenta un approccio corretto al mondo del lavoro; in questo senso, sono in preparazione alcuni stage presso aziende locali operanti nel campo della stampa e dell’editoria. Per informazioni più dettagliate: http://www.centrointernazionalefumetto.com/ita/cor_1_2.php

Come ho già scritto l’offerta formativa del Centro Internazionale del Fumetto si amplia anche grazie ad una serie di workshop che trattano aspetti specifici del mestiere di fare fumetto: dopo il Laboratorio di Digital Art con Maurizio Manzieri e Barbara Canepa -attenzione, la data è cambiata: 24-25-26 Aprile!-, vi presentiamo il Laboratorio di Inchiostrazione Manga, che si svolgerà il 18 e il 19 Aprile e di certo interesserà tutti gli appassionati di fumetto giapponese. Si tratta infatti di un laboratorio destinato a chi già ha acquisito le basi del disegno e vuole mettersi alla prova con la specifica tecnica di inchiostrazione manuale che caratterizza i fumetti del Sol Levante. Docente di questo laboratorio sarà Misao Tsukioka, mangaka professionista e insegnante di inchiostrazione per l’Accademia Europea di Manga; specializzata nel genere “teens love”, ha lavorato con la Kindai Eigasha, con la Kasakura Shuppan e, attualmente,  pubblica una serie per la Kasakura e collabora con Euromanga Edizioni.

Misao Tsukioka al lavoro.

Illustrazione a china realizzata da Misao Tsukioka

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Agli iscritti sarà fornito il manuale e il materiale di lavoro necessario per il workshop, come inchiostri, pennini, carta da manga, sketch book e fudepen; per tutte le informazioni visitate la pagina Facebook dell’evento cliccando qui!

Ultima, ma non meno importante novità di questo Febbraio 2015, l’edizione on-line di Background, la rivista sarda del fumetto e dell’illustrazione. Come ricorderete, il primo numero della nuova edizione (la vecchia edizione è nata vent’anni fa e ha avuto una pubblicazione piuttosto movimentata), è stato distribuito gratuitamente a Novembre, in occasione della presentazione alla stampa del Festival Nues 2014; ora, è disponibile a questo indirizzo una coloratissima versione on line, ricca di articoli, recensioni, interviste e contributi video, che accompagnerà la versione cartacea trimestrale.

Non perdete dunque l’occasione di affacciarvi a questa vetrina, a cura del Centro Internazionale del Fumetto, per leggere le novità sul mondo dei comics , e non solo, e per commentare e condividere sui social: noi vi aspettiamo!

Prima di salutarvi, permettetemi di raccontarvi un incontro inatteso: martedì sera, mentre mi recavo al Centro del Fumetto per preparare il mio articolo, ho incontrato LEI! Erano in corso i festeggiamenti del “mardi gras” e tra le maschere del Carnevale che si riparavano dalla pioggia battente, per le strade di Cagliari, ho riconosciuto la danzatrice funambola protagonista del manifesto di Nues 2014. Avrei voluto intervistarla, ma come al solito non aveva tempo per me, perché doveva riunirsi al corteo di Cancioffali… almeno così credevo, fino a che non ho scoperto, con sgomento, che in città la tradizione del Carnevale legata al “falò” di Cancioffali è stata abbandonata! In ogni caso ho potuto immortalare il mio incontro con lei con un selfie, che custodisco gelosamente, ma vi regalo questo bellissimo disegno dell’illustratrice Stefania Costa, che rappresenta benissimo il momento!

Per ora vi saluto, ma ci sentiamo presto con le novità dal Centro Internazionale del Fumetto di Cagliari!

Lazzarino

Tags: , , , , , , , , , , ,

Cari amici,

dopo la  bellissima esperienza del Festival Nues 2014 il vostro Lazzarino torna finalmente alle “pagine” del blog per raccontarvi i prossimi progetti del Centro Internazionale del Fumetto di Cagliari: ci stiamo preparando ad inaugurare l’attività didattica del 2015 e abbiamo davvero moltissime  novità in serbo per voi… ma, come al solito, non posso anticiparvi troppe informazioni, altrimenti rischio di essere rimproverato per il mio debordante entusiasmo! Del resto, che posso farci se raccontare (e soprattutto svelare bellissime iniziative!) è la mia passione? Oggi, per esempio, sono felice di presentarvi il primo laboratorio in programma quest’anno, che porterà in Sardegna due artisti italiani conosciuti in tutto il mondo.

Proprio così, in Marzo Maurizio Manzieri e Barbara Canepa saranno a Cagliari per il LABORATORIO di DIGITAL ART organizzato dal Centro Internazionale del Fumetto: 12 ore complessive, distribuite nel corso di tre giornate, dal 5 al 7 Marzo, e suddivise fra ILLUSTRAZIONE DIGITALE FOTOREALISTICA (Manzieri) e COLORAZIONE DIGITALE PER I FUMETTI (Canepa).

Si tratta di un’occasione davvero unica per lavorare a contatto con due professionisti il cui curriculum toglie davvero il fiato!

Manzieri Art – The Fantastic Art of Maurizio Manzieri”, così si intitola il bellissimo sito che vi invito a visitare cliccando sopra, e davvero “fantastiche”, nell’accezione legata alla “creazione di immagini e mondi” del termine, sono le illustrazioni che negli anni sono apparse su riviste quali The Magazine of Fantasy & Science Fiction e Asimov’s SF e che hanno reso Maurizio Manzieri, vincitore nel 2003 del prestigioso premio Chelsey Award conferito dall’Associazione di Artisti di Fantascienza e Fantasy, uno dei più acclamati copertinisti di letteratura fantastica, che vanta collaborazioni con editori del calibro di Mondadori, Rizzoli, Pavesio, Bragelonne (Francia), Prime Books e MacMillan (Usa) e autori quali Ursula K. Le Guin, Tad Williams e Clive Cussler.

Paradises lost

 

Book of Iron

In questo sito/blog “The Circus Gallery”, invece, le bellissime immagini dei lavori di Barbara Canepa: basterebbe citare W.I.T.C.H. della Walt Disney Company, di cui è co-creatrice, o MONSTER ALLERGY, sempre per la Disney Buena Vista, due serie a fumetti che hanno riscosso successo in tutto il mondo e da cui sono state tratte serie animate, romanzi, videogiochi e perfino altri fumetti (come è successo in Giappone col manga pubblicato dalla Kadokawa Shoten ispirato a Witch), per rendere una minima idea del talento di questa autrice… e invece no! Aggiungo SKYDOLL, la serie di fantascienza creata nel 2000 per l’editore francese Soleil, e  pubblicata in tutta Europa, in Asia e negli Stati Uniti, per la Marvel, e END, storia gotica il cui primo volume si intitola Elisabeth.

Sky Doll

End

Questo laboratorio vi darà la possibilità di avere come insegnanti Maurizio Manzieri e Barbara Canepa, autori, magari, delle opere che amate e che avete sulle vostre librerie e di vedere, dal vivo, come nasce la magia di un’illustrazione, per provare a ricrearla voi stessi, confrontandovi con chi svolge questo mestiere ad altissimi livelli, e imparare, migliorarvi, lasciarvi ispirare.

Il laboratorio di Digital Art ha un costo complessivo di 150 euro e si svolgerà pressò l’Hostel Marina di Cagliari, il 5, 6 e 7 Marzo 2015, dalle 15.30 alle 19.30; per chi non risiede a Cagliari o nelle sue vicinanze sono previsti anche pacchetti che comprendono il soggiorno all’Hostel: per ulteriori informazioni e per le iscrizioni vi rimando al sito:

http://www.centrointernazionalefumetto.com/ita/cor_4.php

e alla pagina Facebook dell’evento:

https://www.facebook.com/events/699617633478988/?unit_ref=popular_with_friends&source=1

Cari amici, che ne pensate di questo primo laboratorio 2015 del Centro Internazionale del Fumetto? E questo è solo l’inizio… seguitemi qui sul blog, presto vi svelerò nuove iniziative!

Un saluto,

Lazzarino

Tags: , , , ,

Cari amici,

dopo la conclusione dell’anteprima di Nues 2014, di cui Silver e  Lupo Alberto sono stati protagonisti indiscussi con due fantastici incontri, ricchi di contenuti e spunti di riflessione, ma anche estremamente divertenti  e “graffianti”, al Centro del Fumetto si lavora per chiudere il programma del 5° Festival Internazionale che celebra i comics e le loro potenzialità espressive. Per ora non posso anticiparvi troppi dettagli, ma vi assicuro che il mese di Novembre sarà ricco di sorprese e appuntamenti, durante i quali avremo la possibilità di incontrare degli autori davvero significativi del panorama fumettistico nazionale e di riflettere sulla  contaminazione fra linguaggi artistici.

Vi pongo questa domanda: quale è, secondo voi, il modo migliore di raccontare una storia? Vi piace leggerle, ascoltarle, vederle… entrarci dentro, grazie alle innovazioni tecnologiche che i moderni mezzi di comunicazione offrono a noi utenti?

Non c’è dubbio: leggiamo libri e fumetti, ci informiamo, ascoltiamo musica e guardiamo film in maniera diversa rispetto al passato e mi piacerebbe sapere come voi, amanti delle storie, preferite fruirne.

Questo tema  è strettamente legato ai contenuti di Nues 2014 – Performing comics, perciò vi invito a seguirci: presto il programma definitivo del Festival sarà svelato e scopriremo insieme in quanti modi si può raccontare una storia e farla propria.

 

Il mistero si infittisce...

Intanto, come vedete dalla foto qui sopra, sto ancora cercando di scoprire chi sia questa bella fanciulla: quando arrivo al Centro del Fumetto infatti, lei si nasconde dietro un sipario…

Forse qualcuno l’ha avvertita della mia implacabile sete di informazioni, così preferisce evitarmi, ma non preoccupatevi, io non mi arrendo tanto facilmente!

Prima di salutarvi, per stuzzicare la vostra curiosità, voglio raccontarvi di una bella trasferta che ho fatto la settimana scorsa, un sopralluogo nella location che ospiterà uno dei prossimi eventi di Nues 2014: si parlerà di uno scrittore sardo dei primi del ‘900, originario proprio del paese che ho visitato… lo riconoscete?

Un aiuto: questo è il Comune...

 

Uno scorcio del paese

 

Ci si arrampica!

Fra qualche giorno, sul blog, tutte le informazioni!

Un saluto,

Lazzarino

Tags: , , ,

Cari amici,

eccomi pronto a raccontarvi il secondo appuntamento con Silver a Cagliari, che chiude l’anteprima del Festival Nues 2014 – Performing Comics. L’incontro si è svolto sabato mattina, 4 Ottobre, allo IED – Istituto Europeo di Design, nella splendida cornice di Villa Satta, la dimora in stile liberty sede dell’Istituto.

Uno scorcio di Villa Satta - foto by Sabrina Sanna

Gli studenti della Scuola di Fumetto e dei Laboratori per ragazzi di Cagliari, principali destinatari dell’appuntamento,  hanno potuto attendere l’arrivo del creatore di Lupo Alberto nel parco-giardino della Villa, la cui bellezza ha appena mitigato l’impazienza di dialogare con un autore tanto rappresentativo del panorama fumettistico italiano.

Gli studenti entrano allo IED per incontrare Silver - foto by Sabrina Sanna

Armati di taccuini, album da disegno, pennarelli e matite i ragazzi si sono accomodati alla spicciolata nell’Aula Magna dell’Istituto, per questo incontro dal tema “Come si diventa autore di fumetti”, ispirato al volumetto omonimo del 1986: una piccola guida per chi vuole intraprendere la carriera di fumettista, con le illustrazioni di Silver che commentano ironicamente il testo.

Aula Magna dello IED: in attesa di Silver!

Silver e Bepi Vigna dialogano sul mestiere “del fare fumetto”, ripercorrendo gli inizi della carriera del creatore di Lupo Alberto e sottolineando l’importanza dell’andare “a bottega”, fare cioè un’esperienza di lavoro concreta nello studio di un autore professionista, come è stato per Silver con Bonvi, il creatore del mitico Sturmtruppen.

Come si diventa autore di fumetti: Silver & Vigna

Con l’esperienza, lo stile personale dell’autore ha la possibilità di rafforzarsi ed emergere e quella che era solo un’idea prende forma: ci si ispira sempre ai grandi e Silver cita numerosi autori, come Iacovitti e Schulz, ma anche Woody Allen, per la costruzione delle battute  e i tempi della comicità.

Si disegna!

Si dialoga e si disegna: quando Silver prende in mano il pennarello e traccia sulla lavagna segni familiari per tutti gli appassionati di fumetto e ancor più per gli aspiranti fumettisti, l’emozione è palpabile nell’Aula Magna… ed è quasi impossibile, per tutti i presenti, non immortalare questi momenti con cellulari, tablets e macchine fotografiche!

Così davanti ai nostri occhi prendono forma Lupo Alberto, Marta, Cattivik, Enrico la talpa…  ed è proprio in questi minuti che, ne sono certo, alcuni dei presenti hanno deciso di inseguire il sogno di “fare fumetti”, con più forza e perseveranza di prima.

Come nasce una battuta?

I ragazzi si affollano intorno a Silver, sono intimiditi, ma non si lasciano sfuggire l’occasione di porgli delle domande, mentre lui traccia sicuro i suoi schizzi sulla carta: “Che formato hanno i fogli dove disegna le sue strisce?”, “Che tipo di pennarelli usa per disegnare?”, “Ha un ultimo consiglio per chi vuole fare questo mestiere?”.

Gli studenti osservano Silver al lavoro.

 

Ecco come nasce Lupo Alberto!

 

La mattinata scorre via fin troppo veloce e la felicità per questo incontro così ricco di contenuti e spunti di riflessione si mescola ad un pizzico di amarezza: sono quasi le 13 ormai ed è davvero difficile lasciar andare via Guido Silvestri, un professionista gentile, disponibile, simpatico, sembra quasi impossibile che questo sia “Silver”, creatore del Lupo azzurro che, in 40 anni di storia, ha popolato pagine di giornali e libri e oggi è amato da adulti e bambini, a cui procura sempre un sorriso, con intelligenza graffiante.

Silver e Michele, un giovane fan che frequenta i Laboratori del Centro del Fumetto.

Ancora Silver con gli studenti del Corso di Fumetto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nues 2014 non può che ringraziare Silver, per aver impreziosito con la sua presenza l’anteprima di questo Festival del Fumetto: continuate a seguirci sulle pagine del blog e sui social, Facebook e Twitter, perché le sorprese non sono finite, anzi…

Un saluto,

Lazzarino

ps: Avete già visitato la mostra di Silver? Ricordate, fino all’11 Ottobre alla Libreria Tuttestorie!

Tags: , , , ,

2014-09-18 18.47.12

Cari amici,

ci avviciniamo a grandi passi all’arrivo di Silver a Cagliari, per l’anteprima del Festival del Fumetto Nues 2014! Presto vi presenteremo il programma completo del Festival, ma intanto vi invitiamo a partecipare numerosi a questa speciale anteprima, una “due giorni” imperdibile in compagnia del creatore di Lupo Alberto! Nel post precedente vi ho parlato dell’incontro del 3 Ottobre in collaborazione con il Festival Tuttestorie e oggi mi voglio concentrare soprattutto sull’appuntamento di Sabato 4 Ottobre, organizzato dal Centro del Fumetto di Cagliari in collaborazione con lo IED – Istituto Europeo di Design. L’incontro si svolgerà a partire dalle ore 10.30 nella cornice della bellissima Villa Satta, sede dello IED, in viale Trento 39 a Cagliari, ed è destinato non solo agli studenti della scuola di fumetto e degli istituti d’arte, ma anche a tutti gli appassionati di fumetto e ai disegnatori “amatoriali”: il dibattito sarà incentrato sul breve volume intitolato “COME SI DIVENTA AUTORE DI FUMETTI”, di cui Silver  è coautore insieme ad Alfredo Castelli e Gianni Bono, e sarà moderato da Bepi Vigna.

 

Villa Satta, sede dello IED a Cagliari, in Viale Trento 39

 

Questo”manualetto”, uscito nel 1983 in allegato alla rivista “Eureka”, può considerarsi senza dubbio una guida, agile e ancora oggi attualissima, per chi vuole intraprendere “il mestiere di fare fumetti”: a partire dalle motivazioni, che spingono un appassionato del genere o un disegnatore dilettante, a cominciare un percorso, più o meno accidentato, che porti alla realizzazione del sogno di venire pubblicato.

 

La copertina del volume uscito nel 1983

 

In sole 64 pagine vengono trattati i punti salienti del mestiere: si inizia da una semplice idea, che si trasforma in “soggetto” ; il soggetto viene quindi trasposto in sceneggiatura, ma naturalmente per compiere questo passaggio occorre seguire delle regole precise e utilizzare una terminologia corretta. Nel volumetto sono riportati degli esempi di soggetto e sceneggiatura tratti proprio da Lupo Alberto!

Dalla sceneggiatura si passa al disegno e alle varie fasi di composizione della tavola: matita, inchiostrazione, lettering, colorazione…  per finire con qualche trucco del mestiere e  l’esempio concreto di una tavola di Silver, con il confronto tra la versione abbozzata e quella definitiva.

Il manualetto si conclude con una serie di consigli su come proporre e vendere il proprio lavoro agli editori, ma sono convinto che per chi pensa di diventare autore di fumetti, soprattutto se molto giovane, sia utile prestare attenzione ad uno dei primi capitoli, che tratta del background professionale: indipendentemente dalle scuole che si frequentano o dal fatto di essere  o meno un autodidatta…

“…chi intraprende una professione che per sua natura gli impone di comunicare con il pubblico, ha il dovere di aggiornarsi su ciò che gli succede intorno. Deve dunque leggere quotidiani, riviste, libri; frequentare cinema, teatri, manifestazioni artistiche. Soprattutto deve abituarsi alla critica al confronto e alla discussione…(cit)”

Che ne pensate? Non siete d’accordo con gli autori?

Lupo Alberto sembra d'accordo!

Se volete approfondire questo e altri aspetti del mestiere dell’autore di fumetti, vi aspettiamo il 4 Ottobre, alle 10.30,  all’Istituto Europeo di Design, con Silver e Bepi Vigna.

Per ora vi saluto amici, non prima di avervi invitato a documentare e condividere sui social Facebook e Twitter, e con i commenti su questo blog, la vostra presenza agli incontri con Silver del 3 e del 4 Ottobre: postate foto, commenti, domande, critiche… insomma, testimoniate che a NUES 2014, VOI CI SIETE!

Un saluto,

Lazzarino

Tags: , , , , , , ,

Lazzarino I want you  piccolo

Cari amici, come promesso, eccomi pronto a svelare quale sarà il primo, imperdibile ospite di NUES 2014… sono sicuro che l’indizio pubblicato nel post precedente sia stato utile a molti di voi, per riconoscere il lupo azzurro più famoso d’Italia: Lupo Alberto!

 

Il sorriso smagliante di Lupo Alberto!

 

Guido Silvestri, in arte Silver, creatore di Lupo Alberto e dei personaggi che animano la Fattoria McKenzie, sarà a Cagliari per due appuntamenti imperdibili. NUES infatti collabora con il Festival della Letteratura per ragazzi Tuttestorie per offrire al pubblico di tutte le età un evento in cui si festeggeranno i 40 anni di questo amatissimo personaggio. Segnate la data: 3 Ottobre 2014, ore 19.30, presso la sala conferenze dell’ExMà (Sala Zizù), in concomitanza con il Festival Tuttestorie, NUES incontra Silver! Inoltre dal 2 all’11 Ottobre, presso la Libreria Tuttestorie in via Orlando 4 a Cagliari, potrete ammirare una mostra delle tavole realizzate da Silver  per “Gulp! Cento anni di fumetti”: una storia unica nel suo genere, perché vede riuniti nella Fattoria McKenzie tutti i grandi personaggi internazionali dei comics.

 

40 anni, ma non li dimostra!

 

Sembra impossibile che siano passati 40 anni dalla pubblicazione delle prime strisce su “Il Corriere dei Ragazzi”: era il 1974 e con brevi episodi autoconclusivi iniziava la saga della “Fattoria McKenzie”. Ed era proprio così che Silver voleva chiamare la sua serie di strisce, incentrate sulla vita degli abitanti della Fattoria, ma Alfredo Castelli, caporedattore del Corriere, pensò che McKenzie fosse un nome troppo difficile da ricordare e cambiò il titolo della serie in “Lupo Alberto”… senza nemmeno avvertire Silver!

E il lupo azzurro, dal carattere allegro e generoso, ma nello stesso tempo graffiante, si è dimostrato degno di rappresentare la Fattoria e la pluralità di personaggi che la animano: Marta, la gallina romantica e vivace innamorata di Alberto, Alcide, il maiale filosofo e il suo inseparabile amico, il papero “Glicerina”, le talpe Enrico e Cesira, Mosè, il cane guardiano del pollaio, Alice, la gallina femminista migliore amica di Marta… e l’elenco potrebbe continuare!

 

Marta e Lupo Alberto

 

Il successo della serie è immediato: nel 1976 Lupo Alberto viene pubblicato nella rivista “Eureka” diretta da Luciano Secchi, creatore di Alan Ford, Satanik e Kriminal; nello stesso anno viene pubblicato un volume dedicato al lupo azzurro e a Silver viene consegnato il premio Rino Albertarelli. Nel 1978 Lupo Alberto viene votato dai lettori della rivista come personaggio dell’anno: un ottimo risultato, dal momento che i “contendenti” erano nientemeno che Sturmtruppen di Bonvi e Andy Capp di Reg Smythe.

Passano gli anni e il successo di Lupo Alberto cresce sempre di più: si passe dalle strisce di tre o quattro vignette a delle vere e proprie storie brevi e la Corno edizioni stampa un periodico con protagonista assoluto Alberto, in un formato orizzontale che rappresenta una vera novità nel mondo del fumetto italiano.

Nel 1985 la Glénat Italia pubblica un mensile dedicato a Lupo Alberto: ogni mese vi compaiono circa 15 tavole inedite, oltre alle vecchie storie, rieditate: l’evoluzione, nel modo di raccontare le avventure del lupo azzurro, continua: dalle gags alle storie brevi, dalla striscia alla tavola tradizionale.

Nel 1989 Silver diventa un editore indipendente e fonda la Acme, poi Macchia Nera; nel 2000 la pubblicazione continua con McK Publishing. Nel corso degli anni, nuovi sceneggiatori e disegnatori si cimentano nelle avventure di Lupo Alberto… ma sempre con la supervisione del suo creatore!

 

Guido Silvestri, in arte Silver - Photo by Paolo Ranzani

 

E così eccoci, quarant’anni dopo, a festeggiare più di trecento numeri del mensile, due serie animate di 104 episodi trasmesse dalla Rai e disponibili in dvd… e il grande amore che gli adulti, cresciuti alla fattoria McKenzie, e i bambini, che oggi leggono le strisce a fumetti anche sui loro diari scolastici, dimostrano nei confronti di Lupo Alberto!

Non mancate, dunque, ai festeggiamenti per questo compleanno… vi aspettiamo!

Un saluto,

Lazzarino

Ps: come dite? Ho parlato di due appuntamenti con Silver? Eh si, perché il 4 Ottobre il papà di Lupo Alberto sarà protagonista di un altro incontro allo IED – Istituto Europeo di Design! Ve ne parlerò diffusamente nel prossimo post, intanto eccovi un promemoria!

 

Nues 2014: Silver a Cagliari!

 

A presto! 

Tags: , , , , ,